• Settembre 27, 2020, 06:11:13 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Ma la giustiziana italiana non è poi così cieca e ottusa...  (Letto 1032 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ayukawasan

  • Anomalia di Matrix in prestito a SAIt
  • Hero Member
  • *
  • Post: 560
  • Cuore di Tenebra
    • Mostra profilo
Ma la giustiziana italiana non è poi così cieca e ottusa...
« il: Dicembre 29, 2010, 15:24:49 pm »
Stavo leggendo le solite testate giornalistiche on-line (Corriere.it, Repubblica.it, Tgcom.it e quelle sportive...e, ammetto, sono solita confrontare come una testata giornalista propone la medesima notizia...) e sono incappata in questa news:

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo499384.shtml

Ciò che mi ha lasciato perplessa o, meglio basita, lo ammetto, è che il Tribunale di Nicosia non si è fatto "intimidire" dalla situzione sociale del luogo (la Sicilia è un pò omofoba, così mi dicono...e pure maschilista e patriarcale), né dai soliti pregiudizi che riguardano l'affidamento (ovvero l'adozione) di figli da parte di coppie gay. Perdonatemi ma, personalmente, ritengo sia un enorme passa avanti il fatto che un Tribunale abbia sancito ciò che il nostro ordinamento giuridico prevede: se non vi è pregiudizio per la prole, anche una madre gay ha diritto a vedersi riconoscere l'affidamento condiviso (e la potestà genitoriale!).
Il sottointeso che si potrebbe cogliere nel citato provvedimento giudiziale è che se una madre etero si scopre omosessuale, non per questo motivo cessa di essere una buona madre. Mi spingo oltre... anche una madre gay è una buona madre...

Piccolo excursus normativo: fino al 15.03.2006 (il giorno successivo è entrato in vigore l'art. 155 codicei civile come novellato dalla L. nr. 54 del 08.02.06), la regola era l'affidamento escluivo ad uno dei coniugi (di norma, nel 99,8% dei casi, la madre) e, unitamente all'affidamento, vi era anche l'attribuzione della potestà genitoriale, vale a dire il diritto di prendere tutte, ma dico tutte), le decisioni nell'interesse della prole. Dal 16.03.06, la regola è l'affidamento condiviso ad entrambi i coniugi (separandi o divorziandi, ma di norma il collocamento è presso uno dei due genitori, nella  maggior parte dei casi, la madre) e la potestà genitoriale è parimenti riconosciuta in capo ad entrambi i genitori. In buona sostanza i genitori continuano a "fare" i genitori con pienazza di poteri, come se il nucleo famigliare non si fosse disgregato. Tradotto: i padri (perché la verità, statisticamente, è che le madri hanno abusato dei poteri loro riconosciutiin via esclusiva) che si vedevano depauperati del diritto di visita ai figli prima della riforma del 2006, ossia della possibilità di compiere scelte per il loro futuro (ad esempio, la scelta della scuola, dell'insegnamento di un culto religioso, di praticare uno sport, di trasferirsi altrove, anche all'estero), ora partecipano attivamente alla crescita dei figli.

Concludendo... riprendo le mie parole "se non vi è pregiudizio per la prole, anche una madre gay ha diritto a vedersi riconoscere l'affidamento condiviso (e la potestà genitoriale!)" e "se una madre etero si scopre omosessuale, non per questo motivo cessa di essere una buona madre... quindi... anche una madre gay è una buona madre..."... il passo successivo è riconoscere alle persone dello stesso sesso di poter ottenere l'affidamento o di adottare un figlio e di poter creare un proprio nucleo famigliare. Mi spingo ancora oltre...dovrebbee essere sancito il diritto a persone dello stesso sesso di potersi sposare e vedersi riconoscere gli stessi diritti che competono ad una famiglia di persone di sesso opposto.

Come disse qualcuno più bravo di me... un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'umanità... quello del Tribunale di Nicosia è un grande passo per le persone omosessuali...
 
"Capitano, ci sono cose che non possono essere controllate, ma vanno vissute. Solo il tempo, porterà le sue risposte" V.H.F.

"You say you'll give me / Eyes in a moon of blindness / A river in a time of dryness / A harbour in the tempest / But all the promises we make, from the cradle to the grave / When all I want is you" (All I want is you - U2)

"Signorina, mi mostri la strada più breve per il suo cuore. Esproprio e demolisco il muro lì dentro. E sfratto pure gli spiriti malvagi..." (ACH)

Frasi celebri: 1. Pattumiera yuri permettendo e... 2. Abusivo vista fiordo.


There are no comments for this topic. Do you want to be the first?