• Luglio 10, 2020, 04:58:53 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Il futuro delle scan  (Letto 2691 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Memory of dream

  • Full Member
  • Hero Member
  • ******
  • Post: 629
    • Mostra profilo
Re: Il futuro delle scan
« Risposta #15 il: Giugno 25, 2010, 09:22:32 am »
Un melone lo paghi pochi euro, una serie anime o manga sopra i 50, è diverso. Oltretutto il melone se lo apri dopo lo devi buttare, un prodotto come un manga o un anime no.
Tornando al tuo esempio poi è anche peggio, chi deciderebbe di spendere 200 e passa euro per farsi tradurre una serie che non sà nemmeno com'è... io no di certo... non credo sarebbe bello spendere tutti quei soldi e alla fine dire "bella cag..."

Facciamo un esempio chi fan yuri spenderebbe soldi per acquistare a scatola chiusa Kamfer, poi spenderne molti altri per farselo tradurre e arrivato alla fine sentirsi soddisfatto?


Non vedo perché debba essere un problema se i siti di fansub versano tutti i proventi in più che non servono al mantenimento del sito agli editori... ci sono alcuni siti americani che hanno una media giornaliera di 10000 persone di frequenza, il che se ben sfruttata con la pubblicità rende molto più di 1000 euro annuali, aggiungiamo poi le donazioni, se anche solo un decimo di queste persone dona un dollaro al mese si raggiungono 1000 dollari solo di donazioni...
Se si volesse lucrare sul fenomeno lo si potrebbe fare (e non escludo ci siano gruppi poco seri che lo fanno) senza andare a toccare le tasche del fruitore, a questo punto perché non reindirizzare tutti questi soldi agli editori? questa è la mia domanda
http://www.mangadreamworld.it
Non avrò altra scelta se non comportarmi come un soldato che non conosce la paura. (Unistall - Bokurano)
Se ti interessa il folklore giapponese seguimi qui => http://www.jappop.com/

Offline Kerubina

  • Full Member
  • Sr. Member
  • ******
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Re: Il futuro delle scan
« Risposta #16 il: Luglio 27, 2010, 08:52:26 am »
Ora che siamo nella fase attuativa della lotta contro le scan e il fansub vorrei dire una cosa.
Concordo sul fatto che il download "selvaggio" di materiale sia un problema deprecabile a livello pratico, etico ed economico. Ma le alternative reali?
Pagherei per ogni pagina che ho letto, giuro! Ho comprato tutto quello che ho letto e che è uscito in una lingua che conosco (quando è stato pubblicato strawberry panic in inglese l'ho comprato al volo per esempio) ma, a parte casi in cui mi viene la malattia da otaku, non compro manga in giapponese perchè non potrei usufruirne in alcun modo...
Mea culpa. Si, ma mea fino ad un certo punto.
Se dal giappone pubblicassero edizioni in inglese di quel che vorrei leggere le comprerei, e pagherei...
Ok, non ho 15 anni ma c'è un mercato di gente adulta che pagherebbe come me.
Allora meglio far sparire tutto il materiale in circolazione o regolamentare la cosa in modo tale che le persone oneste possano rimanere tali?
L'illegalità ha potere là dove la legalità non arriva. Perchè rischiare una pena se ho la possibilità di fare qualcosa in modo corretto?
Aspetto questa possibilità.
Tra i milioni di click nei siti di scan molti sono miei, non ho firmato petizioni ma ho cliccato a destra e a manca, e se avessero il coraggio di investirci ogni mio click sarebbe un soldino guadagnato.
-"Dio crea i dinosauri, Dio distrugge i dinosauri, Dio crea l'uomo, l'uomo distrugge Dio, l'uomo crea i dinosauri."
-"I dinosauri mangiano l'uomo, la donna eredita la Terra."