• Ottobre 21, 2020, 01:04:08 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008  (Letto 2807 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Haruka

  • Yuri vibes metal detector! òo
  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3960
  • THIS is the Freedom to be YURIself!
    • Mostra profilo
    • ShoujoaItalia
Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« il: Agosto 24, 2008, 02:44:13 am »
Allora, apro questo thread qui, anche se non sono proprio sicurissima del livello di yuriness del film in questione.

Facciamo qualche passo indietro nel tempo. Nel 1986 la mangaka Yoshida Akimi pubblicò un manga che porta il nome del thread - Sakura no Sono, appunto. Si tratta di una storia ambientata in un collegio femminile, stile Lillian per intenderci, con una trama estremamente semplice che segue da vicino il club teatrale della scuola intento a mettere in atto la commedia "Il giardino dei Ciliegi" (da cui il titolo) di Anton Cekov.

La trama lineare, in realtà, non è altro che un prestesto per mettere a nudo alcuni tratti sociali delle giovani adolescenti giapponesi in scuole esclusivamente femminili, in un periodo in cui non esisteva l'apertura mentale dei giorni nostri per poter affrontare senza veli il tema dell'omosessualità in età adolescenziale. Non è un caso che tale tema, assolutamente in subtext, sia affrontato e mostrato da un punto di vista molto diffuso fra gli anni settanta ed ottanta e cioè mostrato come forma di adattamento, in un ambiente dove la presenza di appartenenti al sesso opposto è praticamente nulla.

Nel 1990, il manga fu trasposto in un film omonimo ed entrambi i titoli sono ritenuti importantissimi, al di là dell'analisi sociale "velatamente" (ma neanche poi tanto) maschilista che danno dell'omosessualità femminile nelle adolescenti, in quanto primi tentativi di sfatare determinati tabù: il solo fatto di parlarne era già un enorme passo avanti, ai tempi.

A distanza di quasi vent'anni dal film, ne è stato annunciato un interessante remake, previsto per novembre, da quel che mi è sembrato di capire. Questa è l'home page del sito, dove si può visionare anche il trailer, anche se non nascondo che a me persontalmente tale trailer ha lasciato qualche perplessità - vista soprattutto la presenza del ragazzo di turno - e la consueta paura che l'aspetto yuri più che farla da padrone, faccia da specchietto per le allodole (vedi il "quasi bacio" messo in bella vista proprio a metà trailer, deh!). Ovviamente, il livello di spregiudicatezza di questo film non credo avrà nulla a che vedere con quello del manga e del suo predecessore.

Ad ogni modo, staremo a vedere. Potrebbe rivelarsi un interessante visione considerando che questo autunno, non me ne voglia nessuno, si prospetta di un piattume unico.

P.S.: ci tengo a chiarire che tutte le info le ho reperite in rete e ne ho fatto un collage. Spero di non aver detto qualche immane stupidata sul manga e sul film, anche se mi sto armando per visionare quanto meno il secondo :P
« Ultima modifica: Agosto 24, 2008, 02:57:37 am da Haruka »
"Se metti un muro dentro il tuo cuore, gli spiriti malvagi useranno quel muro per crearsi un nido..."
"Anything that's worth having, is sure enough worth fighting for." - C. Cole

Offline Rohain

  • Anima cosplay di SAIt
  • Hero Member
  • *
  • Post: 967
    • Mostra profilo
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #1 il: Agosto 24, 2008, 11:10:19 am »
Sembra carino,molto in tema Lillian,solo anche a me puzza un pò di fregatura!
Il quasi bacetto che si intravede nel trailer è palesemente un'esigenza di copione,perché le ragazze stanno recitando.
Per il resto non so...è probabile che ci sia qualche ragazza innamorata della protagonista,fatto sta che il ragazzetto che si vede non promette bene...
Si starà a vedere!grazie x la segnalazione!
♪  sukidayo sukidayo no koe..♫

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #2 il: Settembre 30, 2008, 10:58:24 am »
Mi sembra guardabile...lo vedrò sicuramente appena disponibile. Ma non mi aspetto nessuna traccia di yuri (così evito anche le delusioni...)

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #3 il: Ottobre 22, 2008, 00:06:10 am »
Smentisco con clamore il precedente post, forse. Ho guardato - grazie all'intercessione di una certa sorella - l'originale trasposizione cinematografica di Sakurano Sono (1990)...e sono rimasta piacevolmente sorpresa.

E' vero, forse c'è una vena strisciante maschilista. Ma per una volta non disturba affatto, dal momento che Sakurano Sono riesce a parlare davvero bene di omosessualità femminile perché lo tratta come un "non-tema". I temi del film effettivi sono a) la crescita (addio mia giovinezza); b) la voglia di affermare la propria identità al di là delle convenzioni sociali; c) il tentativo di preservare un minimo di individualità contro il prevalere delle regole.

Il maschilismo c'è, quindi, ma non nella temibile forma del "è una fase, poi ti passa". Semplicemente (!) è sullo sfondo, come il paternalismo mascherato da "regola di condotta"...quindi, è un "non-tema".
Certo, c'è un subdolo tentativo di darci ad intendere che una delle tre protagoniste sia lesbica per una serie di traumi subiti (tipo, lo sventolamento di un assorbente). Ma non ci si deve fermare all'apparenza: subito dopo scopriamo che un'altra protagonista non solo è allo stesso modo innamorata di una ragazza (facile intuire di chi), ma che non si fa tanti problemi ad usare la parola "lesbica", peraltro senza mezzi termini. In un film in cui fumare e farsi una permanente sono segni di rottura delle regole di enorme impatto, quel "rezu" buttato lì è di un'intensità estrema, anche perché usato in un contesto niente affatto negativo....come dire "non voglio dire che sei lesbica, affari tuoi se ti ci senti o no, fatto sta che si vede lontano un miglio che sei innamorata di una ragazza, e se ti può rassicurare, ti capisco perfettamente".

Insomma, lo consiglio vivamente e non  lasciatevi smontare da certi commenti letti in giro, specie su Sai.com...a volte gli americani davanti a una sfumatura sono semplicemente daltonici.

Proprio perché mi è piaciuto da morire, sono terrorizzata da come avranno reso la storia nella versione 2008. Che ne sarà della delicatezza dei sentimenti, dei dettagli, delle sfumature? Che ne sarà delle paure di Chiyo, del "risveglio" di Yuko e del sacrificio romantico e del sorriso amaro alla Heathcliff di Sugiyama Noriko sempai? Spero non lo abbiano reso una storia superficiale con "idol" che si baciano, ammantata da pretesti "politici" di diffusione di una visibilità gay....l'originale è più complesso e coi suoi difetti molto più "vero", farne una storia patinata sarebbe proprio uno spreco...


E siccome non potevo chiudere questo infinito sproloquio senza deliziarvi....due fotine di Sugiyama sempai....dio, come la amo!
« Ultima modifica: Ottobre 22, 2008, 00:12:25 am da 3peanuts »

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline Haruka

  • Yuri vibes metal detector! òo
  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3960
  • THIS is the Freedom to be YURIself!
    • Mostra profilo
    • ShoujoaItalia
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #4 il: Ottobre 22, 2008, 01:48:59 am »
E' un film che in tutta sincerità è piaciuto tantissimo anche a me. Per certi versi, e mi sembra piuttosto naturale, mi ha ricordato alcune circostanze tipiche del background di Orange Road, dove fumare una sigaretta è sinonimo di ribellione, dove i sentimenti appartengono ad una sfera leggermente più pura rispetto alle relazioni "usa e getta" dei tempi attuali, dove trasgredire ha un valore più intimo - trasgredisco per spezzare le regole e far vedere che sto crescendo - di quanto non l'abbia oggi (trasgredisco perché mi annoio).

Sul versante yuri, io mi sento tranquillamente di definirlo uno Yuri con la Y maiuscola. Ovviamente, chi vi si avvicina alla ricerca di due donne che vanno a letto insieme, perdonate la consueta schiettezza, rischia di rimanere molto deluso. Siamo nel Giappone degli anni '90, una cosa del genere è inammissibile. Ma chi vi si avvicina per scoprire ragazze che amano e si amano, non credo proprio resterà deluso.

Unica nota di preoccupazione, la mia, nell'ammettere che per la prima volta io e nee ci troviamo d'accordo in quanto a preferenza sui personaggi, cosa più unica che rara. E mai paragone - quello a Heathcliff - fu più azzeccato. E voi lo sapete che io davanti a certi gesti così semplici eppure così genuini... -
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.
- mi sciolgo, ecco.

C'è solo da sperare che non rendano l'adattamento 2008 un vero pastrocchio.
« Ultima modifica: Ottobre 22, 2008, 01:51:49 am da Haruka »
"Se metti un muro dentro il tuo cuore, gli spiriti malvagi useranno quel muro per crearsi un nido..."
"Anything that's worth having, is sure enough worth fighting for." - C. Cole

Offline Rohain

  • Anima cosplay di SAIt
  • Hero Member
  • *
  • Post: 967
    • Mostra profilo
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #5 il: Ottobre 22, 2008, 12:34:53 pm »

Ma chi vi si avvicina per scoprire ragazze che amano e si amano, non credo proprio resterà deluso.

Ricevuto!!Me lo procurerò il prima possibile!!
Arigatou!
♪  sukidayo sukidayo no koe..♫

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #6 il: Ottobre 23, 2008, 19:23:40 pm »
Poi dicci se ti è piaciuto!

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline Rohain

  • Anima cosplay di SAIt
  • Hero Member
  • *
  • Post: 967
    • Mostra profilo
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #7 il: Ottobre 24, 2008, 14:49:06 pm »
Ehm...mi servirebbe un aiutino!
L'ho trovato solo coi sub in tedesco!
♪  sukidayo sukidayo no koe..♫

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #8 il: Ottobre 24, 2008, 16:18:51 pm »
Ma è con softsub o hard? Se con soft, ti passo il file dei sub inglesi. Altrimenti, nello scenario peggiore, mi aggiungi a MSN e te lo passo come ha fatto baka-nee con me....una soluzione si trova

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline Rohain

  • Anima cosplay di SAIt
  • Hero Member
  • *
  • Post: 967
    • Mostra profilo
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #9 il: Ottobre 24, 2008, 23:32:30 pm »
Li ho trovati!!Da intelligentona che sono avevo fatto la ricerca senza scrivere il titolo in inglese!
Grazie comunque 3p!!
♪  sukidayo sukidayo no koe..♫

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #10 il: Ottobre 25, 2008, 12:38:20 pm »
Ovviamente adesso mi attendo commenti ed un'altra fan aggiunta al seguito di Sugiyama sempai

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline 3peanuts

  • Despota 9 del JPOP
  • Hero Member
  • *
  • Post: 1938
  • Pyon! Pyon!
    • Mostra profilo
    • Blog
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #11 il: Dicembre 13, 2008, 22:51:26 pm »
E' uscita una nuova versione - con l'aggiunta di una manciata di secondi - del trailer del remake di Sakura no Sono. E che dire? Sono sempre più perplessa sulla qualità del nuovo film. Intanto vi passo il link: http://jp.youtube.com/watch?v=0sjVrCLnWY0&feature=related

Quello che mi rende perplessa è innanzitutto la banalità dell'espediente narrativo per creare il trait d'union con la versione del 1990, che traspare nel nuovo trailer (identico al precedente se non per quei due o tre fermo-immagine): ovvero, la nuova ragazza trasferitasi nel collegio femminile (notare, e non ci avevo fatto caso prima, come sono Marimitesche le uniformi) scopre nel parco della scuola un edificio abbandonato.

E' talmente ovvio che si tratta della scuola della versione del 1990 che mi è venuto da ridere. Poi, con espediente alla Hitohira (ma forse con meno pathos) scopre il copione del "Giardino dei Ciliegi" e ovviamente comincia a rompere le balle alla professoressa buona per rimetterlo in scena.

Ovviamente la nuova ragazza ha il ragazzo, ma la cosa non mi sorprende, visto che anche l'originale si apriva dal punto di vista di una ragazza solo apparentemente protagonista, che infatti ha un fidanzato. Come la versione del 1990, quindi, mi auguro che anche in questa le protagoniste vere siano quelle nella seconda fila del coro.

Quello che mi ha rotto le scatole però è che la trama muove intorno all'assunto per cui la tradizione di mettere in scena il "Giardino" è stata interrotta a seguito di una "tragedia", che - se quel 40% di dialogo che ho capito non mi inganna - dovrebbe aver colpito proprio il club di teatro.

Adesso, il punto è: nel trailer dell'originale, si lascia intendere che una delle protagoniste commette suicidio a causa di una passione lesbica repressa.
In verità, e lo dico per rassicurare, anche a rischio spoiler, chi vuole vederlo, nel film non solo non succede nulla del genere, ma anche il personaggio a rischio (Sugiyama sempai) in realtà pare molto più equilibrata (e assolutamente serena con la sua sessualità) nel film che in quei 30 secondi di trailer, rimontati ad hoc, tra scene girate apposta.

In sostanza, sembrerebbe che il film abbia preso in fase di montaggio una piega diversa da quella inizialmente programmata. Il che è a tutto vantaggio della versione del 1990.

Che la versione del 2008 sembri resuscitare una tesi tutto sommato superata (quella del suicidio di una delle protagoniste) per farne materiale narrativo, mi sembra un brutto passo indietro, rispetto ad un film precedente il cui finale era tutto sommato positivo.
« Ultima modifica: Dicembre 13, 2008, 22:54:24 pm da 3peanuts »

 = 20.8.11 Tokyo International Forum, Hall C - Io c'ero =

"Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha. Sfortunatamente gli mancava quel che è invece comune trovare negli altri uomini: il semplice buon senso" - E. Fermi

http://3peanuts.livejournal.com/

Offline Haruka

  • Yuri vibes metal detector! òo
  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3960
  • THIS is the Freedom to be YURIself!
    • Mostra profilo
    • ShoujoaItalia
Re: Sakura no Sono [The Cherry Orchard] 2008
« Risposta #12 il: Giugno 20, 2009, 22:42:18 pm »
Dunque, dunque... dunque. Ho appena finito uno spoiler velocissimo del film in oggetto e devo dire che sono rimasta: 1 sorpresa - non me l'aspettavo - 2 assolutamente felice per la piega presa dagli eventi. Purtroppo non si trovano in giro i sub, quindi prima di cantare definitivamente vittoria è il caso di aspettare un po' e vedere se esce qualcosa, ma intanto il fatto che la storia etero non ci sia* (quel poco che c'è, è esclusivamente subtext) e che di per contro (ma ugualmente in subtext) ci sia quella yuri, mi sembra sia un'ottima motivazione per fare festa.

Traduco per sommi capi un brano trovato in rete.

Momo Yuki è la classica ragazza con un passato da ribelle solitaria alle spalle. E' stata per anni una violinista, ma per una serie di circostanze si trasferisce nella scuola femminile che fa da sfondo alle vicende, abbandonando la musica classica. Momo è una persona particolare, insofferente alle regole ed alle tradizioni, ed è con questo spirito che si accosta alla vita scolastica, non riuscendo ad integrarsi in essa, né a trovare interesse nella rete di relazioni che è la base della vita quotidiana presso l'istituto. Ben presto, si trova ad interagire con Mayuko Akaboshi, la classica "brava ragazza" costretta ad un certo tipo di comportamento a causa della sua estrazione sociale e da quello che tutti si aspettano da lei. Com'è facile immaginare, in principio fra le due non può correre buon sangue e Mayuko mostra non poca insofferenza davanti ai modi di fare di Momo.

La loro vita è comunque destinata a cambiare una mattina, quando Momo, in giro per l'istituto scolastico dopo aver saltato le lezioni, si ritrova in un vecchio edificio da demolire e qui trova la stanza del precedente Club di Recitazione, completa di costumi e di una copia di "The Cherry Orchard".

Un tempo, Sakura no Sono era la rappresentazione tradizionale della scuola e veniva recitato ogni anno, ma a causa di una tragedia (NdH.: Sugiyama-senpai???) avvenuta circa dieci anni prima, la sua messa in scena è stata sospesa. Momo decide di riportare in teatro tale rappresentazione ed inizia a reclutare altre ragazze per aiutarla nell'impresa. Fra queste, Aoi Ogasawara (NdH.: ehhhhhh???), una campionessa di salto in alto che è l'idolo della scuola a causa del suo aspetto slanciato, del suo talento e ovviamente della sua aura cool e leggermente maschile (NdH.: mah, di maschile Aoi non ha poi molto, ma ammetto che il pg in qualcosa a me ha ricordato Sei. Con il cognome di Sachiko. Questo perché Marimite non ha fatto storia, nooo). Anche Mayuko decide di unirsi al cast, dimostrando di non essere poi così odiosa e anzi cercando di venire a patti con la sua attrazione nei confronti di Aoi (NdH.: uh, uh, uh!).

Momo, comunque, non ha mai diretto un dramma teatrale ed è inevitabile si vada incontro ad una vera e propria crisi. Il pericolo più grande è rappresentato dalla comparsa di Tomo Yanagashita, precedente violinista che ora fa parte di una rock band - di cui fa parte anche Shuu. Momo è fortemente tentata di seguire Tomo e Shuu, suo amico (e forse qualcosa di più, ma si parla di subtext anche nel loro caso), quando scoppia la vera e propria tempesta a scuola: la rigida Takayama Sensei, preside della scuola, scopre che le ragazze stanno lavorando per rimettere in scena Sakura no Sono e immediatamente fa chiudere il progetto. Che farà, Momo? Seguirà la strada più semplice, abbandonando il gruppo di ragazze e dimenticandosi di questa storia, o combatterà per qualcosa in cui crede e che fortemente vuole, per la prima volta nella sua vita?

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Per il resto, che dire? Solite atmosfere delicate, drammi - ma non drammoni - adolescenziali e una buona regia, o almeno così mi è sembrato.
Manca totalmente della forza emotiva del primo Sakura no Sono, che è qualitativamente ed emotivamente superiore, ma resta una discreta visione. Molto brava l'attrice che interpreta Momo, le altre nella media, come le musiche.

Ribadisco la mia felicità per il semplice fatto che almeno non l'hanno rovinato con trovate assurde ed inutili.

Piccola nota, il famigerato bacio in trailer è ovviamente solo ed esclusivamente fanservice yuri. Ma mi piace l'idea che lo yuri faccia in questo caso fanservice per attirare un target specifico, cioè quello delle ragazzine che leggono yuri (anche considerando la citazione enorme a Marimite, con Ogasawara che anche a livello di aspetto somiglia non poco alla nostra Sachiko), anche perché è totalmente da escludere che il target del film sia o possa essere maschile. Sinonimo di tempi che cambiano?

Non so, ma è mia sensazione che ultimamente lo yuri in Giappone stia prendendo sempre più piede e ottenendo sempre maggiori consensi. Tralascio il discorso anime (il 2008 è stato disastroso da questo punto di vista, ma lo attribuisco più alla paura da parte delle case produttrici di buttarsi su un genere così particolare, che ad altro), ma ci tengo a ricordare che con le 4 o 5 riviste mensili yuri, senza dimenticare i vari "stand alone" - vedi Aoi Hana e Girlfriends, tanto per fare due nomi - non si è mai avuto tanto yuri come in questi tempi.

E Sakura no Sono non sfugge a questa filosofia. Per il resto, chi vivrà...

P.S.: troppo poco Tomo. La si vede tre secondi netti e sono più che sufficienti per maledire sceneggiatori e tutto il resto. Dieci minuti in più non avrebbero fatto male a nessuno T_T



*non ho niente contro le storie etero, lo sapete, è solo che in un film che ammicca così tanto allo yuri l'avrei trovata totalmente fuori luogo.




Allego qualche screen, tanto per :)
« Ultima modifica: Giugno 20, 2009, 23:47:06 pm da Haruka »
"Se metti un muro dentro il tuo cuore, gli spiriti malvagi useranno quel muro per crearsi un nido..."
"Anything that's worth having, is sure enough worth fighting for." - C. Cole